Home » Blog » Amministrazione del Personale e Diritto del Lavoro » Risarcimento per stress da lavoro eccessivo, c’è la sentenza

Stress lavoro eccessivo

Risarcimento per stress da lavoro eccessivo, c’è la sentenza

 

Stress lavoro eccessivoDalla Corte di Cassazione, sezione Lavoro, arriva la sentenza 18211 che sancisce la risarcibilità del danno da stress per lavoro eccessivo. Un orientamento normativo che vale anche nel caso in cui il lavoratore non abbia mai rivendicato un risarcimento nel corso proprio periodo in azienda e anche qualora il lavoratore venga espulso.

La sentenza sottolinea che l’orario di lavoro ha limiti fissati dalle norme sul diritto alla salute del lavoratore e che la violazione di tali norme, violazione valutata secondo il principio della ragionevolezza, determina danno biologico.

Nel caso concreto al quale fa riferimento questa sentenza della Corte di Cassazione, lo stress da lavoro eccessivo è stato valutato quale “concausa della sindrome nevrotica ansiosa” riscontrata nel lavoratore.

La condizione per il risarcimento per stress da lavoro eccessivo si verifica, dunque, nel caso in cui dalla condizione lavorativa portata oltre i limiti fissati per ciò che riguarda l’orario lavorativo, derivi un danno riscontrabile alla salute del lavoratore. La sentenza 18211 della Corte Suprema segue una sentenza del 2011 (la n° 5437 dell’8 marzo 2011) che riconosceva il danno biologico nel caso di eccessivo ricorso, da parte dell’azienda, alle ore di straordinario.

Fonte immagine: flickr.com/photos/mwelponer/

 




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.