Home » Blog » Gestione e Sviluppo Risorse Umane » La mappatura dei ruoli aziendali: come funziona e quali obiettivi deve perseguire

mappatura ruoli aziendali

La mappatura dei ruoli aziendali: come funziona e quali obiettivi deve perseguire

mappatura ruoli aziendaliLa mappatura dei ruoli (role mapping) è uno dei passi preliminari per la valutazione delle risorse umane.

Quali risorse ci sono a disposizione e come sono organizzate? Quali c’è bisogno di implementare?

Fare chiarezza intorno ai ruoli e alle responsabilità è un passaggio fondamentale di ogni azienda che punta all’efficienza organizzativa e alla valorizzazione delle professionalità: per questo, è indispensabile realizzare una mappatura delle competenze e degli obiettivi del personale.

Cos’è la mappatura dei ruoli

La mappatura dei ruoli organizzativi è una fase fondamentale dei processi di pianificazione delle risorse d’impresa: quella in cui si definisce come i singoli ruoli siano connessi alle attività produttive e quali siano effettivamente in linea con gli obiettivi organizzativi dell’azienda “a venire”. Il completamento di questa prima fase è finalizzato a mostrare lo stato attuale dell’organizzazione aziendale: una vera e propria fotografia dei ruoli e delle posizioni presenti nei processi lavorativi. Prima di procedere con la valutazione delle competenze per pianificare dove intervenire con la formazione oil recruiting, il role mapping consente di analizzare, descrivere ed eventualmente riclassificare i ruoli organizzativi presenti per confrontare la situazione con gli obiettivi di professionalità richiesti. Un processo importante, in quanto fornisce al management una chiara comprensione di quale impatto avrà la riorganizzazione aziendale sui ruoli esistenti.

Gli obiettivi del role mapping

Ma come si svolge esattamente la mappatura dei ruoli e quali sono i principali obiettivi da raggiungere affinché questo processo comporti degli effettivi benefici a livello organizzativo? Una mappatura dei ruoli efficace deve assicurare che siano perfettamente definiti:

  • Il livello di professionalità richiesta, ovvero le competenze necessarie ed adeguate in ogni ruolo previsto all’interno dell’organizzazione;
  • l’adeguatezza al ruolo del personale, attraverso un sistema di valutazione delle competenze che consenta di misurare la  professionalità effettivamente espressa;
  • le eventuali azioni da intraprendere (formazione, nuove assunzioni) per raggiungere i livelli attesi e degli strumenti di valorizzazione delle professionalità;
  • l’insieme di regole e procedure per la gestione delle politiche retributive, in termini di incrementi retributivi, politiche meritocratiche, percorsi di carriera, piani di sviluppo individuale e sistemi di incentivazione.

In definitiva, la mappatura dei ruoli è uno strumento fondamentale per rilevare il gap esistente tra professionalità richiesta e professionalità espressa, valorizzare le competenze e individuare le azioni necessarie per garantire le performance e gli obiettivi di business pianificati. Per apprendere le strategie di azione più moderne nella gestione del personale, affidatevi al Master in Amministrazione e Gestione Risorse Umane di GEMA Business School.




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.