Home » Blog » Marketing, Comunicazione e Management » Come misurare l’efficacia dei social media: i 6 KPI da tenere in considerazione

Come misurare l’efficacia dei social media: i 6 KPI da tenere in considerazione

Abbiamo già visto come la misurazione dei risultati sia una delle fondamentali leve del marketing per la pianificazione delle campagne online e di come, in particolare, sia una delle 10 regole d’oro per il social media manager, che gestisce una parte sostanziale delle interazioni con il brand.

L’importanza dei KPI nel social media marketing

Misurare l’efficacia delle proprie strategie di social media marketing è un’esigenza fondamentale per comprendere a fondo cosa sta funzionando e cosa no. A seconda degli obiettivi strategici della campagna di social media marketing – che possono essere, ad esempio, il miglioramento della brand reputation, l’aumento dei follower o del tasso di engagement della fan base – è indispensabile fissare i giusti Key Performance Indicators (KPI) che permettono di monitorare e misurare l’efficacia degli interventi ed eventualmente correggere il tiro.

Naturalmente esistono tante metriche diverse sui social media, ma ci sono quattro aree principali su cui i KPI dei social media dovrebbero concentrarsi:

  • Engagement
  • Reach
  • Leads
  • Conversions

Le 6 metriche più importanti per una misurazione efficace dei Social Media

Ecco 6 metriche da tenere in considerazione per misurare l’efficacia dei Social Media, migliorare la propria strategia e aumentare l’engagement.

  1. Numero di visite – Indica il numero di volte in cui un prospect atterra sulla pagina profilo social.
  2. Interazioni – Indica quante volte gli utenti hanno interagito con il profilo social: richieste d’amicizia o d’iscrizione, like o voti. Nella misurazione delle interazioni occorre sempre effettuare un confronto con il numero delle visite per avere un quadro più chiaro del livello di engagement della propria fan base.
    Tre sono i possibili scenari:
    – basso numero di interazioni e basso numero di visite: è il risultato peggiore tra i possibili
    – basso numero di interazioni e alto numero di visite: gli utenti arrivano in massa sulla pagina, ma i contenuti non sono ritenuti interessanti;
    – alto numero di interazioni e di visite: la strategia di social marketing funziona a dovere.
  3. Condivisioni – Indica il numero di volte che un utente condivide un messaggio o un contenuto postato sulla pagina, e sono il segno che la strategia ha colto nel segno.
  4. Resulting Click – Indica il numero di utenti che vengono raggiunti da un contenuto condiviso o da un re-tweet e finiscono per visitare la pagina social. Si tratta di prospetti molto in avanti nel funnel, e il monitoraggio di questi risultato è molto importante nell’ambito del social media marketing.
  5. Registrazioni – Il numero di persone che seguono un link fino al profilo social e, una volta sulla pagina, compilano un form per ricevere un’offerta o si registrano.
  6. Influencer – Monitorare quanti e quali sono gli influencer del proprio network è fondamentale. Una campagna può infatti generare buoni risultati, ma un basso tasso di conversioni: coinvolgere gli influencer serve esattamente a trasformare i prospetti in conversioni.

Misurare i social media nel modo più giusto è solo uno dei tanti segreti da apprendere per il social media manager di successo. GEMA Business School, grazie ad una solida esperienza nella formazione professionale in questo settore, può fornire una adeguata preparazione e conoscenza degli strumenti per lavorare con successo sui social media, come quella del Master in Marketing Management.




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.