Home » Blog » Amministrazione del Personale e Diritto del Lavoro » Tutte le ragioni in favore della settimana lavorativa corta

Settimana corta

Tutte le ragioni in favore della settimana lavorativa corta

Settimana cortaIn giro per il mondo si sta iniziando a parlare in più luoghi di settimana lavorativa corta. Quella che sembra essere un’utopia al tempo del capitalismo pre-crisi e, a maggior ragione, post-crisi, ha trovato anche illustri e influenti sostenitori.

Chiunque inneggiasse alla settimana lavorativa corta potrebbe essere tacciato di essere un lavativo… Chiunque o quasi.

Quando la causa è sostenuta da Mr. Carlos Slim, il tycoon messicano delle telecomunicazioni, l’uomo più ricco della terra, la questione non si pone. Per lui, la settimana lavorativa, a parità di paga con l’attuale full time, dovrebbe essere di tre giorni, undici ore al giorno, posticipando il pensionamento: “Con tre giorni di lavoro a settimana – ha sostenuto l’imprenditore da 79,6 milioni di dollari durante una conferenza in Paraguay – avremmo più tempo per rilassarci, da dedicare alla qualità della vita”.

Una scelta che cozza sonoramente con il concetto di massimizzazione dei profitti al quale il sistema economico ci ha educati.

Ma, se è vero il detto che la salute dei cittadini viene prima di tutto (e aiuta anche le casse dello Stato), allora ci affidiamo all’esperienza di John Ashton, Presidente della Faculty of Public Health. Lo ascoltiamo dichiarare: “Una settimana di quattro giorni lavorativi sarebbe una soluzione per aiutare ad estendere i benefici del lavoro flessibile (abbattimento delle patologie lavoro-correlate N.d.r.), sia per gli impiegati che lavorano per molte ore, sia per coloro che entrano nel mercato del lavoro”.

C’è, poi, chi non si è fermato alla teoria. La città svedese di Gothenburg ha voluto sperimentare gli effetti di una giornata lavorativa portata a sei ore, per avvicinarsi alla chimera del work-life balance.

Se vogliamo sapere cosa pensano della settimana lavorativa corta i suoi più convinti sostenitori, arriviamo ai dieci punti in favore della settimana breve.

Li esamineremo nella seconda parte della mini-rubrica Tutte le ragioni per la settimana corta.
Fonte immagine: wikimedia.org




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.