Home » Blog » Amministrazione del Personale e Diritto del Lavoro » L’amministrazione del personale e la gestione dei rapporti esterni

L’amministrazione del personale e la gestione dei rapporti esterni

L’addetto all’amministrazione del personale, nello svolgimento del proprio ruolo dovrà rapportarsi con uffici esterni all’azienda nella quale opera. Egli, infatti, dovrà adempiere a richieste di natura assicurativa, fiscale, ma anche nel campo della previdenza e dell’assistenza sanitaria.

Ciò avverrà soprattutto nel periodo iniziale e in quello finale del rapporto tra lavoratore e azienda.

In primo luogo, si trovano gli istituti previdenziali e assicurativi identificati dall’ordinamento giuslavoristico nel quale si opera. I lavoratori, infatti, dovranno essere assicurati in via obbligatoria. In questo caso, i principali referenti sono l’INPS e l’INAIL. Nel caso in cui il lavoratore sia un professionista, invece, si avrà a che fare con Istituti di previdenza separati (come ad esempio l’INPDAP per i dipendenti pubblici o l’INPGI per i giornalisti o, aoncora, l’ENPALS per i lavoratori dello spettacolo).

Ulteriore referente dell’ufficio di gestione del personale è l’amministrazione finanziaria, con la quale si instaurerà un rapporto relativo all’amministrazione della ritenuta Irpef e alla redazione del documento di Certificazione unica (CUD) da consegnare al dipendente.

Ci sarà anche occasione, per l’addetto all’amministrazione del personale, di entrare in contatto con gli uffici del Ministero del Lavoro per tutto ciò che riguarda direttive, ispezioni e collocamento.

Diventa esperto nel campo con il Master in Amministrazione e Gestione del Personale.




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.