Home » Blog » Marketing, Comunicazione e Management » Dal Master GEMA in International Marketing Management alla creazione di una startup digitale: l’esperienza dei founder di MindHub Project

mindproject-gema-master-international-marketing-management-1

Dal Master GEMA in International Marketing Management alla creazione di una startup digitale: l’esperienza dei founder di MindHub Project

mindproject-gema-master-international-marketing-management-1[View English Version]

Oggi vi Raccontiamo l’esperienza di Alexandra Socol, Francesca Marsico, Giuseppe Guido Rizzo e Andrea Fragasso. Insieme hanno fondato MindHub, una startup digitale nata sulla base delle conoscenze e delle relazioni acquisite durante una recente edizione del nostro Master in International Marketing Management, che prevede un importante periodo di studio presso la Haub School of Business della Saint Joseph’s University di Philadelphia (USA).

Cos’è MindHub Project?

MindHub Project è una start-up dallo spirito giovanile, affidabile e dinamica. Forniamo soluzioni nel campo del web che spaziano dal design alla comunicazione, dal marketing alla costruzione di identità professionali.

Il nome in sé già suggerisce il nostro approccio: la volontà di creare un percorso creativo che distingua gli obiettivi e i metodi del nostro lavoro.

Abbiamo dato inizio a MindHub Project come un’agenzia creativa mettendo insieme le specificità dei nostri profili. L’area di business principale è sicuramente il marketing, che marcia di pari passo con il design e la comunicazione su tutte le piattaforme digitali. Ma ben presto ci siamo resi conto che c’era in gioco molto di più. Ci piace definirci “fame booster”. La nostra ambizione è di diventare una risorsa per le persone per aiutarle a raggiungere i propri obiettivi, ciò in cui credono. Per questo motivo accettiamo di lavorare solo al servizio di progetti di cui condividiamo i fini o che ci diano la possibilità di sviluppare idee in cui crediamo.

In che modo le competenze acquisite nel Master in International Marketing Management di GEMA sono state importanti l’avvio del vostro percorso professionale?

GEMA Business School è stata la prima a credere in noi. Grazie a GEMA abbiamo avuto la possibilità di incontrarci presso la Haub School of Business della Saint Joseph’s University di Philadelphia, e di frequentare le lezioni in uno degli atenei americani di riferimento per il business.

E’ stato come sognare ad occhi aperti. Per molti ragazzi sembra quasi una missione impossibile andare a studiare all’estero e creare un’azienda da zero, ma il team di GEMA riesce a vedere il vero potenziale degli studenti che desiderano raggiungere obiettivi precisi, e li allena a superare gli ostacoli che incontreranno nel loro percorso.

La competizione nel mondo del business è sempre più elevata e per restare in gioco bisogna essere motivati e concentrati, perché non si smette mai di correre.

Adesso più che mai ci rendiamo conto di aver ricevuto dai nostri tutor molto più di una formazione professionale. Sono stati in grado di trasmettere entusiasmo, consapevolezza e fiducia. Perché la corsa verso il successo è lunga, ma la vera competizione è ogni giorno con se stessi: ognuno può essere il proprio più grande alleato o il proprio peggior nemico.

Quali sono le aspirazioni e il percorso che vi hanno fatto conoscere e vi hanno spinto a fondare questa startup?

Alexandra Socol: E’ tutto iniziato quasi per gioco, mentre eravamo impegnati nelle lezioni alla Saint Joseph. Cercavamo nuove opportunità e sapevamo che non erano molto lontane da noi. Io e Andrea abbiamo iniziato a lavorare insieme su piccoli progetti, come la realizzazione di siti web e lavori di design e grafica per musicisti ed altri artisti.

Da lì è partito un intenso lavoro di networking. I progetti e le richieste da parte dei clienti sono aumentate, e si sono rese necessarie abilità diverse e un impegno sempre maggiore. Presto si sono uniti al gruppo anche Francesca e, qualche tempo dopo, Guido. Non ci siamo lasciati sfuggire nessuna occasione e abbiamo sviluppato nuovi progetti sempre più interessanti grazie alla mente di Andrea Rocchi, ideatore del progetto Consensus.

Andrea Fragasso: Durante l’esperienza del Master in International Marketing presso la Haub Business school di Philadelphia ho avuto l’occasione di entrare in contatto con una realtà totalmente diversa non solo da quella a cui ero abituato, ma anche da quella che mi aspettavo di trovare. Grazie all’ispirazione e ai preziosi consigli di docenti e professionisti, ho imparato ad apprezzare realmente il lavoro di squadra, il confronto costruttivo, la condivisione di ideali e obiettivi. Tra una lezione e l’altra discutevo spesso con Alexandra e Francesca del valore dei sogni e di mettersi in gioco senza scoraggiarsi. Amare ciò che si fa e divertirsi nel farlo porta sempre a risultati migliori. L’impegno e la dedizione sono solo un punto di partenza.

Francesca Marsico: Il mio periodo di studi presso la Saint Joseph University è stato il punto di svolta, il Master in International Marketing Management di GEMA Business School mi ha aperto un nuovo mondo, dandomi la possibilità di incrociare le strade dei miei attuali colleghi. Andrea e Alexandra avevano iniziato a lavorare su di un sito web come freelance. Qualche giorno dopo, tra una lezione ed una chiacchiera all’università, è nata l’idea di progettare qualcosa tutti insieme, ed è così che è nata MindHub, punto di incontro di personalità diverse che hanno deciso di cooperare per creare qualcosa di originale ed innovativo.

MindHub propone sul mercato il progetto Consensus: di cosa si tratta?

Consensus è sicuramente il progetto a cui teniamo di più. Non si tratta solamente di un servizio pensato per la pubblica amministrazione ma una vera e propria soluzione al problema della scarsa comunicazione tra cittadini e politici. Attraverso l’utilizzo di una comunicazione digitale all’avanguardia, puntiamo allo sviluppo di un rapporto continuativo e di fiducia tra politico e cittadino, tramite la creazione di spazi digitali di discussione e coinvolgimento on-line.

Obiettivo principale di Consensus è quello di offrire uno strumento a chi è in grado di ascoltare il cittadino e di dare voce a quest’ultimo rendendolo attivo e partecipe: in questo modo l’amministratore potrà operare un’efficace attività di comunicazione e promozione del suo lavoro e allo stesso tempo garantire decisioni più vicine ai bisogni dei cittadini.

Consensus è anche ciò che ci differenzia dalle altre agenzie di Marketing. Ciò che rende MindHub un centro di sviluppo per la comunità e per una migliore qualità della vita. E questo è il nostro obiettivo. Vogliamo connettere le persone e dare loro una spinta al pensiero costruttivo.

Andrea Rocchi è stata la mente che ha ideato il progetto. Il suo sogno è di migliorare il mondo politico non con la critica, ma con il coinvolgimento che porta al cambiamento. Noi tutti siamo stati entusiasti. Consensus è la coscienza del mondo politico, una piattaforma online che l’utente finale può utilizzare per il bene delle persone e del suo paese.

Ciò che rende unico Consensus è la possibilità di creare un Hub, un centro di sviluppo con informazioni e sistemi di geolocalizzazione che determinano le cause e i problemi delle comunità. Chiunque vuole partecipare al miglioramento non solo della discussione politica ma anche nel concreto della propria comunità può agire in un sistema che permette di seguire i problemi dalla loro nascita alla loro risoluzione.

Vi piacerebbe tornare in GEMA per condividere la vostra esperienza con i nostri studenti del nostro Master in International Marketing Management?

Certo! Ricordiamo ancora l’inizio della nostra avventura: non stavamo nella pelle! Abbiamo avuto la fortuna di incontrarci e condividere un periodo davvero bello della nostra vita. Creare un progetto da zero motivandosi a vicenda, poi, è stata un’esperienza fuori dall’ordinario.

Ora siamo prima di tutto un gruppo di amici. E’ il nostro più grande risultato e ciò di cui andiamo più fieri.

In una recente conferenza tenutasi ad Harvard, uno studente ha urlato nel mezzo della folla silenziosa “Alzatevi! Il cielo non è il limite, è solo l’inizio”. Rappresenta bene ciò che abbiamo imparato dalla nostra esperienza come giovane start-up.

La strada può essere tortuosa e il successo non immediato, ma è importante abbattere i propri limiti (che esistono solo nella nostra testa) e restare focalizzati sull’obiettivo. Tutto il resto seguirà se accompagnato dal giusto mix di impegno, dedizione e divertimento.

Scopri il nostro Master in International Marketing Management con questo video




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.