Home » Blog » Marketing, Comunicazione e Management » Analisi dei competitor: le 5 forze di Porter

Analisi dei competitor: le 5 forze di Porter

5 forze di PorterLe 5 forze di Michael E. Porter, anche conosciute come modello di concorrenza allargata, si collocano all’interno delle analisi che un’azienda conduce per studiare i competitor e il settore nel quale opera.

Non di rado, nella grandi aziende, accade che in fase di contrattazione con un potenziale fornitore, questi di senta dire che per diventare tale deve prima di tutto essere un cliente dell’azienda stessa. Ciò si spiega in quanto all’interno del settore di riferimento di un’impresa operano una serie di forze competitive con interessi diversi che non devono mai essere sottovalutate e che l’impresa deve imparare a gestire a suo vantaggio.

La teoria delle 5 forze di Porter offre un valido supporto per effettuare una scrupolosa analisi dei competitors ed effettuare le stime sulla redditività presente e futura. Infatti, tanto più incidenza hanno le forze del modello di concorrenza allagrata, tanto minore sarà la capacità di competere dell’azienda e di potersi comportare da monopolista.

Le 5 forze di Porter sono: fornitori, clienti, concorrenti diretti, potenziali entranti e concorrenti produttori di beni sostituti. Un buon manager dovrebbe essere in grado di valutare il livello di minaccia rappresentato dai concorrenti e il potere contrattuale esercitato da clienti e fornitori.

L’analisi dei competitors può essere dunque un buon inizio per la scalata verso il successo.




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.