Home » Blog » Gestione e Sviluppo Risorse Umane » Significato di welfare aziendale: quello che l’azienda può fare per il lavoratore

welfare aziendale

Significato di welfare aziendale: quello che l’azienda può fare per il lavoratore

welfare aziendaleWelfare aziendale è un termine che può creare qualche dubbio: cosa significa? Qual è il beneficio per un’azienda che attua politiche di welfare? A partire dalla sua definizione, andremo ad analizzare cos’è il welfare aziendale e quali sono i suoi benefici.

Definizione di welfare aziendale

Con il termine welfare aziendale s’intende l’insieme di provvedimenti di gestione delle risorse umane mirati al miglioramento del benessere del singolo lavoratore, al di là della retribuzione classica (stipendio).

Il welfare aziendale in Italia, il benefit che fa la differenza

Con la progressivo aggravarsi della situazione relativa al deficit pubblico e con il progressivo invecchiamento della popolazione, Il welfare statale italiano (sistema pensionistico, sanità, supporto alle famiglie) è andato rarefacendosi, lasciando scoperti i singoli e le loro famiglie da tutele essenziali. La perdita di ruolo assistenziale dello Stato ha lasciato spazio alla copertura da parte delle aziende di un compito fondamentale per il benessere e la sicurezza del futuro dei singoli.

Cosa significa per l’azienda offrire welfare ai dipendenti: i benefici dell’assistenza aziendale

Come si traduce il welfare aziendale in termini di benefici per l’azienda? Le politiche di gestione del personale che prevedono forme assistenziali quali benefit hanno due classi di obiettivi: diretti e indiretti.

Obiettivi diretti: migliorare il benessere del singolo lavoratore, incrementandone la felicità e, conseguentemente, la produttività e l’impegno.

Obiettivi indiretti: migliorare il clima aziendale e il benessere organizzativo, riduzione dei costi di gestione, riduzione turnover, miglioramento della reputazione aziendale e contributo all’eployer branding, aumentando il potere di attrarre e trattenere i talenti.

Esempi di welfare aziendale

I modelli di welfare aziendale attuabili sono innumerevoli e mirano a far pesare meno sulla busta paga dei lavoratori quelle spese inevitabili per servizi e beni necessari. Alcuni esempi di pacchetti di benefit? Eccoli di seguito:

  • Copertura di spese per esami specialistici;
  • Libri scolastici;
  • Dentista gratis per il dipendente e per la famiglia;
  • Servizi di assistenza all’infanzia;
  • Nido aziendale;
  • Rimborso per le spese di carburante;
  • Buoni per la spesa;
  • Lavoro agile;
  • Palestra pagata.



LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.