Home » Blog » Gestione e Sviluppo Risorse Umane » Gestione delle Risorse Umane: ecco le aziende italiane virtuose

gestione delle risorse umane

Gestione delle Risorse Umane: ecco le aziende italiane virtuose

gestione delle risorse umaneQuali sono le eccellenze italiane nella gestione delle risorse umane? Da Abbot a PepsiCo, da Accenture a UBI Banca, sono 79 le aziende italiane premiate quest’anno con le certificazioni “Top Employers 2017”, rilasciate ai datori di lavoro che offrono le più eccellenti condizioni lavorative ai propri dipendenti dal Top Employers Institute, che certifica le migliori aziende al mondo in ambito HR come ente indipendente dal 1991.

Tra le 79 eccellenze italiane nella gestione delle HR, sono 32 quelle che hanno ottenuto anche la certificazione “Top Employers Europe 2017”, riconosciuta alle aziende che raggiungono la certificazione in almeno diversi 5 Paesi europei. Il raggiungimento degli alti standard necessari ad ottenere la certificazione viene valutato dal Top Employers Institute attraverso un severo processo di indagine, basato sull’analisi scientifica di dati oggettivi, documentazioni e best practices all’interno di 9 macro aree della gestione delle risorse umane: talent strategy, workforce planning, on-boarding, learning & development, performance management, leadership development, career & succession management, compensation & benefits e culture. I punteggi, raccolti attraverso un questionario ed un’audit esterna, vengono poi attribuiti attraverso uno standard internazionale.

Ma quali sono gli elementi che certificano la gestione eccellente delle risorse umane di queste aziende virtuose, e in che modo valorizzano le HR?  Un ambiente di lavoro stimolante e costruttivo, investimenti in formazione e sviluppo, un’attenta pianificazione delle carriere, strategie mirate per far crescere i talenti, benefit su misura, politiche retributive personalizzate e una cultura aziendale innovativa sono alcuni degli elementi che, secondo il Top Employers Institute, valorizzano la vita del dipendente sul posto di lavoro e che, per questo, hanno fatto la differenza nella valutazione delle aziende candidate.




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.