Home » Blog » Amministrazione del Personale e Diritto del Lavoro » Salute e Sicurezza sul Lavoro: ecco i finanziamenti Inail.

Salute e Sicurezza sul Lavoro: ecco i finanziamenti Inail.

Per il 2011 l’INAIL riconosce alle aziende che investono nella salute e sicurezza dei propri collaboratori incentivi quali previsti dall’articolo 11,comma 5, Dlgs 81/2008.

Tale intervento è volto ad incentivare le imprese affinchè realizzino interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Si possono proporre progetti di investimento e per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale. L’incentivo è un contributo in conto capitale nella misura del 50% dei costi del progetto.

Il contributo massimo fissato è pari a 100.000 euro, il contributo minimo erogabile è pari a 5.000 euro. Per quei progetti che comportano contributi superiori a Euro 30.000 è possibile richiedere un’anticipazione del 50%.

Possono fruire dei benefici a domanda e imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura.

Per il 2011 l’INAIL ha stanziato 205 milioni di euro suddivisi in budget regionali. La domanda può essere presentata on line sul sito www.inail.it e nel periodo dal 28 dicembre 2011 al 7 marzo 2012 potranno essere inseriti i dati per il successivo invio.

Sarà possibile prima del salvataggio dei dati della istanza fare delle simulazioni volte a verificare i parametri minimi richiesti dalla procedura correlati alle caratteristiche dell’impresa e del progetto. In tal modo aziende e consulenti delle stesse potranno verificare se si raggiunge il punteggio minimo di ammissibilità al finanziamento, pari a 105 (c.d. punteggio soglia).

I parametri da considerare per il raggiungimento del punteggio soglia attengono principalmente a:

a) dimensione aziendale,
b) rischiosità dell’attività di impresa,
c) numero di destinatari,
d) finalità,
e) tipologia ed efficacia dell’intervento,
f) ulteriore previsione di un bonus nel caso di collaborazione con le Parti sociali nella realizzazione dell’intervento.

Pertanto al termine dell’inserimento della istanza on line, le imprese che non siano sotto il punteggio soglia, riceveranno un codice che identificherà in maniera univoca la domanda. Le domande così inserite con codice identificativo e salvate, non più modificabili, potranno essere inoltrate on-line.

La data e l’ora di apertura e di chiusura dello sportello informatico per l’inoltro delle domande saranno pubblicate sul sito www.inail.it dal 14 marzo 2012.

L’elenco in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate sarà pubblicato sul sito INAIL, con evidenza di quelle collocatesi in posizione utile per l’ammissibilità del contributo, ovvero fino alla capienza della dotazione finanziaria complessiva.

Nei 30 giorni successivi l’impresa deve trasmettere alla Sede INAIL competente tutta la documentazione prevista, mediante PEC. In caso di ammissione all’incentivo, l’impresa in 12 mesi deve realizzare e rendicontare il progetto. Entro 90 giorni dal ricevimento della rendicontazione, e solo in caso di esito positivo delle verifiche dell’Isituto, viene erogato il contributo.

Per rimanare sempre aggiornato su questi argomenti e saperne di più segui i Corsi Interaziendali GeMa.

Articolo Scritto  da Michele Regina Consulente del lavoro in Roma.

 




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.