Home » Blog » Amministrazione del Personale e Diritto del Lavoro » Riforma Fornero e ammortizzatori sociali

Riforma lavoro ammortizzatori fornero

Riforma Fornero e ammortizzatori sociali

Riforma lavoro ammortizzatori forneroLa riforma del mercato del lavoro 2012 nota, oramai, come riforma Fornero, ha apportato novità rilevanti anche nel settore degli ammortizzatori sociali e del sostegno al reddito dei lavoratori.

Ne abbiamo già parlato nel post ASPI: novità sulla riforma del lavoro . Lì abbiamo anticipato questo nuovo strumento unico che va a sostituire l’indennità di disoccupazione e l’indennità di la mobilità. Ma, l’aspi non è l’unica novità introdotta dalla riforma Fornero in fatto di ammortizzatori sociali.

Un’ulteriore iniziativa è quella dei fondi di solidarietà bilaterali e del fondo solidarietà residuale istituiti presso l’Inps. Per la creazione in favore dei lavoratori di questi paracadute contro la crisi delle aziende ha un primo appuntamento importante il 31 marzo 2013. Data in cui le parti sociali dovranno fornire il loro contributo alla creazione di tali fondi.

Da parte del lavoratore, lo stato di disoccupazione comporta anche degli obblighi di riqualificazione formativa e professionale che debbono essere assolti per conservare i diritti di tutela e sostegno al reddito. A tali obblighi, si accompagnano alcuni limiti per i soggetti privi d’impiego nel rifiuto delle proposte d’impiego.

In attesa dei decreti attuativi per la definizione delle norme che renderanno operativi molti dei principi espressi dalla riforma degli ammortizzatori sociali Fornero, le novità introdotte prospettano una vera e propria rivoluzione nell’approccio nei confronti della disoccupazione e del sostegno al reddito dei lavoratori.

 

Fonte immagine: www.flickr.com/photos/53558245@N02/4978362207/

 




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.