Home » Blog » Amministrazione del Personale e Diritto del Lavoro » I cambiamenti nel mercato del lavoro

Mercato del lavoro

I cambiamenti nel mercato del lavoro

Mercato del lavoroÈ un periodo di forti cambiamenti per l’Italia e per il mercato del lavoro in particolare. A partire dai cambiamenti all’articolo 18, quello che vieta il licenziamento senza giusta causa, per la prima volta dopo quarant’anni sottoposto a revisione, per finire con le modifiche al mercato del lavoro e alle tipologie contrattuali. Tutte riforme, ha spiegato il nuovo Governo, che serviranno per combattere la disoccupazione, aiutare i giovani a trovare un’occupazione e contribuire alla crisi economica.

I cambiamenti del mercato del lavoro riguardano i contratti a tempo determinato, la cui durata non può superare i 36 mesi, con una crescita delle imposte del 1,4% per ogni rinnovo, al fine di disincentivare ad adottare questo tipo di formula contrattuale. Per i tanto controversi contratti a progetto (co.co.pro.) sono state definite delle linee guida che aiutino a stabilire l’effettivo progetto e a prevedere una trasformazione del contratto stesso a tempo indeterminato.

Infine, anche per  il contratto di apprendistato ci sono delle novità. La riforma obbliga il datore di lavoro ad assumere l’apprendista nel caso in cui sia avvenuta la stabilizzazione della metà di quelli assunti con lo stesso contratto negli ultimi tre anni.

Il mercato del lavoro è davvero in una fase di grandi e importanti cambiamenti, non da tutti apprezzati, ma indubbiamente considerati necessari.

 

Fonte: http://www.flickr.com/photos/can3ro55o

 




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.