Home » Blog » Master e Corsi » Executive Master in Project Management: 5 consigli per non sbagliare

Executive Master in Project Management

Executive Master in Project Management: 5 consigli per non sbagliare

Executive Master in Project ManagementQualsiasi sia il vostro sogno professionale, in qualsiasi settore vogliate cimentarvi, qualsiasi sia il vostro ramo di attività, una cosa è sicura: prima o poi dovrete confrontarvi con la gestione di un progetto. Parlando di project management si potrebbero fare tante similitudini e questo perché la gestione di attività complesse e strutturate è il nostro pane quotidiano, anche nella vita privata.

È facile rispondere, dunque, alla domanda: “A chi serve un percorso di formazione in project management?”, perché, a vari livelli, la risposta ci coinvolge tutti.

Che ci si affacci per la prima volta sul mondo del lavoro o che si sia veterani, che si voglia completare un percorso formativo universitario o che si vogliano affinare e consolidare le competenze professionali, la partecipazione a un Executive Master in Project Management è sicuramente un’ottima idea.

Una volta individuato uno dei percorsi formativi più versatili offerti dall’alta formazione, il passo successivo è la scelta del master giusto. Dopo aver visto come scegliere, in generale, il master più qualificante, è venuto il momento di darvi qualche consiglio sull’individuazione dell’Executive Master in Project Management di qualità.

I 5 consigli per scegliere l’Executive Master in PM:

  1. Scegliete solo Project Management Institute REP – Un buon master in PM è anche un percorso riconosciuto dal PMI. L’organizzazione autorizzata a erogare formazione in linea con i dettami del Project Management Institute è Registered Education Provider (REP).
  2. Preparazione all’esame PMP – Verificate che il Master sia un buon percorso di preparazione teorico e pratico per affrontare l’esame di certificazione PMP.
  3. Docenti certificati PMP – Un percorso di formazione qualificante in project management non può che far conto su docenti e sviluppatori certificati PMP.
  4. La teoria non è tutto – Oltre alle lezioni frontali di teoria è fondamentale che un buon Master in Project Management fornisca anche occasioni di confrontarsi con casi concreti.
  5. Numero limitato di allievi – Un numero eccessivo di alunni compromette, soprattutto per quanto riguarda una formazione così specialistica, la qualità dell’insegnamento e la capacità dei docenti di seguire da vicino tutti gli alunni.

Avete ancora dubbi su come scegliere l’Executive Master in Project Management? Allora chiedete consiglio agli esperti di GEMA Business School.




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.