Cos'è la finanza sostenibile e perché se ne parla

23 Marzo 2023
Cos'è la finanza sostenibile e perché se ne parla

Quando si parla di “finanza sostenibile” ci si riferisce a quelle attività finanziarie che tengono da conto una serie di fattori specifici, detti fattori ESG. ESG è una sigla che sta per Environmental, Social e Governance. Questo significa che i processi decisionali di investimento finanziario vengono presi alla luce di fattori ambientali, sociali e governativi ben precisi. Lo scopo ultimo della finanza sostenibile è quello di indirizzare i capitali in percorsi di sviluppo sostenibile a lungo termine. In breve, la finanza sostenibile consiste nell’applicazione del concetto di sviluppo sostenibile alle attività finanziarie. Il tema ultimamente è di grande attualità, vediamo più nel dettaglio perché.

 

Cosa sono i fattori ESG?

Abbiamo già accennato al significato della sigla “ESG”. Approfondiamo meglio la definizione di questi elementi:

  •  Fattori ambientali:

Quando si parla di fattori di tipo ambientale (Enviromental) si fa riferimento a tutte quelle questioni legate alla salvaguardia dell’ambiente naturale, come la salvaguardia della biodiversità, la lotta al cambiamento climatico, o l’impegno verso la neutralità climatica.

 

  • Fattori sociali:

Per fattori sociali si intendono tutti quegli aspetti strettamente legati al benessere della collettività. Le imprese e gli investitori attenti alla sostenibilità sociale di un investimento devono valutare se questo contribuisce a combattere le disuguaglianze e a favorire l’inclusione, se rispetta i diritti umani e i diritti dei lavoratori.

 

  • Fattori governativi:

Un investimento sostenibile passa anche per un’attenta considerazione dei processi di governance all’interno della realtà di riferimento. A tal proposito, è importante assicurarsi che le politiche di un paese garantiscano il rispetto dei diritti umani e che le sue istituzioni pubbliche operino in modo trasparente.

In breve, i fattori ESG esprimono sostanzialmente i punti del Global Compact delle Nazioni Unite, documento che incoraggia le imprese di tutto il globo a promuovere un’economia mondiale sana e sostenibile, condividendone i benefici a livello mondiale. Le organizzazioni che aderiscono al Global Compact devono impegnarsi nel sostenimento e nell’applicazione concreta dei principi indicati dall’ONU. Questi principi derivano direttamente dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, dalla Dichiarazione di Rio, dalla Dichiarazione ILO e dalla Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione.

 

Valutare la sostenibilità ESG in ambito finanziario

Un investimento finanziario viene definito sostenibile se rispetta i principi sopra elencati. Ovviamente, il rispetto di questi principi passa per indicatori ben definiti, attraverso un preciso rating ESG. Questo rating viene assegnato da varie agenzie di settore, che svolgono analisi molto accurate su imprese, su precise emittenti come Stati e organizzazioni sovranazionali, su titoli e strumenti di investimento collettivo come OICR e ETF. Tuttavia, è importante segnalare che mancano ancora degli standard condivisi a livello internazionale per la valutazione della sostenibilità, non esiste ancora una regolamentazione che fissi criteri uniformi sulle metodologie di rating EGS. In pratica, oggi quando si parla di sostenibilità di un’operazione finanziaria si usano spesso concetti e misure differenti. Nonostante questo, i rating ESG vengono utilizzati sempre più spesso in finanza per costruire nuovi portafogli d’investimento e nuovi indici di mercato. Per questa ragione l’Unione Europea si sta adoperando per creare un quadro normativo chiaro e fissare delle precise metriche di sostenibilità a livello continentale.

Vorresti saperne di più? Ti sei laureato da poco, o stai per laurearti, e sei interessato all’evoluzione del mondo della finanza? Scopri il Master Post Laurea in Finanza e Strategia d’Impresa di GEMA Business School. Lavori già in ambito finanziario e vuoi crescere? L’Executive Master in Finanza Aziendale e Controllo di Gestione è quello che fa per te.


Leggi anche

Quali sono i pilastri del Project Management?

Il termine inglese Project Management indica la gestione dei progetti, un’attività essenziale…

Come diventare copywriter nell’era del Digital Marketing

Scrivere è la tua passione? Stai pensando di trasformarla in una professione?…

Chi è il Risk Manager, cosa fa e come diventarlo

Nel business il rischio è una costante, tanto più in contesti complessi…
Richiedi Informazioni

    Iscriviti alla newsletter