Home » Blog » Marketing, Comunicazione e Management » La definizione delle strategie di marketing parte dai Big Data

La definizione delle strategie di marketing parte dai Big Data

big-data-definizione-strategie-marketingAl giorno d’oggi, i professionisti del marketing, nella definizione delle proprie strategie, possono contare su strumenti d’alta precisione: i Big Data. Una vera e propria rivoluzione del marketing a ogni livello. Ma anche un’esplosione d’informazioni nell’ordine di 2,5 quintilioni di byte di dati.

Di cosa parliamo quando facciamo riferimento ai Big Data? Cosa sono? Sono veramente così rivoluzionari? Partiamo dalla definizione di Big Data, per capire da subito cosa significa il termine e qual è la natura di questi dati.

Significato di Big Data:

Aggregazione di un grande volume di dati complessi e destrutturati, non gestibili con i classici database, acquisiti tramite strumenti tecnologici avanzati e grazie al libero accesso a fonti di varia natura, di prima mano o di terze parti (Open Data).

 

Grazie alla diffusione di Internet, all’abbattimento di costi sulle tecnologie di storage e di elaborazione dati, l’accesso ai Big Data è una risorsa alla portata di aziende, studi professionali ed enti di ogni grandezza.

 

Qual è il vero valore dei Big Data?

Per comprendere cosa i Big Data possono fare per le strategie di marketing, bisogna prima partire da un presupposto, citando l’astronomo americano Cliff Stoll: i dati non sono informazioni, le informazioni non sono conoscenza, la conoscenza non è comprensione, la comprensione non è saggezza.

I Big Data sono una preziosissima risorsa statistica di dati sul comportamento e le preferenze dei clienti (acquisiti o prospect), sulle performance di prodotto, sui trend globali o locali. Affinché, però, i Big Data possano parlare del nostro target, delle sue abitudini e delle tendenze, devono essere elaborati da potenti strumenti di analisi e le informazioni estratte devono tradursi in efficaci (e tempestive) strategie di marketing.

 

Come interpretare i Big Data?

Per mettere al nostro servizio i Big Data, dunque, avremo bisogno di uno strumento che ci aiuti a trarre le informazioni dall’universo di dati accessibili. Le moderne piattaforme di Business Intelligence sono state pensate proprio a questo fine.

Dalle reportistiche prodotte dalla Business Intelligence si può partire per la definizione di una nuova strategia di un marketing che si avvicina sempre di più a una scienza esatta.

Per scoprire di più sullo straordinario mondo del marketing, non perdete i Master GEMA Business School in Marketing Management!

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/bippix/




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.