Come strutturare un colloquio di selezione

8 Febbraio 2011
Come strutturare un colloquio di selezione

Se è vero che si trovano infinite risorse su come affrontare un colloquio di selezione, è anche vero che pochi sono gli spunti rivolti a chi, un colloquio, lo deve gestire dall’altra parte della scrivania.

Questo perché, forse, si crede che esso possa essere affrontato con discrezionalità, esperienza e improvvisazione.

Per evitare che l’incontro con un candidato si trasformi rapidamente in un problema per l’azienda, anche l’esperienza deve essere confortata da tecniche consolidate che permettono di arrivare a un’informazione veritiera con il minimo investimento di tempo e rischio di errore.

Comprendere fin da subito le reali potenzialità di un candidato può fare la stessa differenza esistente tra un dipendente e una risorsa umana. Perdere una figura professionale a causa di un colloquio di selezione male strutturato potrebbe significare dare un vantaggio strategico alla concorrenza. Allo stesso modo, la valutazione errata di una risorsa potrebbe comportare che una funzione aziendale, nella migliore delle ipotesi, venga affidata a una figura professionale non adatta.

La gestione di un colloquio di selezione è un momento importante per l’azienda. Inizia con l’analisi dei fabbisogni professionali e termina con la stipula del contratto e può riflettersi su tutta l’efficienza della struttura. Per tale motivo, servono competenze tecniche specialistiche.

Vuoi acquisire competenze sulla valutazione delle risorse umane? Iscriviti ad un Master HR GEMA Business School.


Leggi anche

Come la digitalizzazione sta rivoluzionando l’Employer Branding

L’Employer Branding è un elemento fondamentale per una strategia di recruiting efficace….

Il Manager della Felicità: chi è e cosa fa lo Chief Happiness Officer

La soddisfazione, la motivazione e la produttività dei dipendenti si riflette in…
Richiedi Informazioni
Iscriviti alla newsletter