INPS: ulteriori servizi per accedere agli Attestati di Malattia

8 Marzo 2012
INPS: ulteriori servizi per accedere agli Attestati di Malattia

Dopo la nota Circolare n°117 del 2011 l’Istituto mette ora a disposizione degli intermediari delle aziende private, dei datori di lavoro agricolo, delle Amministrazioni Pubbliche e dei cittadini, ulteriori servizi per poter accedere alla consultazione degli attestati di malattia.

E’ stata estesa infatti agli intermediari delle aziende private la facoltà, prevista per i datori, di poter avere accesso alla banca dati degli attestati di malattia attraverso i seguenti due sistemi:

  1. invio dell’attestato con pec (posta elettronica certificata);
  2. accesso via web con PIN.

I due sistemi sono resi disponibili agli intermediari delle aziende purchè muniti di delega generale allo svolgimento di tutti gli adempimenti in materia di lavoro, previdenza ed assistenza sociale nei confronti dell’Istituto e che hanno segnalato nei modi indicati l’esistenza di tale delega all’INPS.

Gli stessi intermediari devono tempestivamente comunicare la cessazione del rapporto di assistenza per le aziende interessate al fine dell’annullamento del servizio. Nel caso in cui invece gli intermediari siano anche titolari di un rapporto di lavoro dipendente, presso un’azienda diversa da quella rappresentata, e vengano delegati dal proprio datore di lavoro alla consultazione degli attestati di malattia dei dipendenti di tale azienda, occorre porre in essere le procedure previste dalla Circ. n° 60 del 2010.

L’INPS rende disponibili i servizi di consultazione degli attestati di malattia degli operai con rapporto di lavoro a tempo indeterminato ai datori di lavoro agricoli e ai loro intermediari. I datori di lavoro e l’intermediario in possesso di PIN o di abilitazione alla ricezione dell’attestato di malattia via pec sono tenuti a comunicare per tempo la cessazione o sospensione dell’attività perché l’INPS possa provvedere alla revoca dell’abilitazione.

Gli intermediari delle PA possono presentare richiesta di accesso ai servizi tramite PIN e di invio degli attestati con pec inoltrando richiesta di delega, ad una sede INPS, ed anche tali soggetti sono tenuti a comunicare tempestivamente la cessazione o sospensione dell’attività in modo che l’INPS possa provvedere alla revoca dell’abilitazione. Da ultimo l’Istituto informa che è operativo un nuovo servizio che dà facoltà al dipendente di richiedere che il numero di protocollo telematico del proprio certificato di malattia sia inviato via sms su un cellulare dallo stesso dipendente indicato.

Tale servizio è attivabile:

  1. per i cittadini in possesso di PIN, selezionando la nuova funzionalità introdotta nel menu della consultazione dei certificati di malattia;
  2. inoltrando richiesta tramite posta certificata all’indirizzo di pec di una struttura territoriale INPS indicando i dati anagrafici completi di codice fiscale e del numero telefonico.

Per rimanare sempre aggiornato su questi argomenti e saperne di più segui i Corsi Interaziendali GeMa.

Articolo Scritto da Michele Regina Consulente del Lavoro in Roma.


Leggi anche

HR Manager: chi è e cosa fa il Responsabile delle Risorse Umane

L’HR Manager, il Responsabile delle Risorse Umane, si occupa principalmente della selezione,…

La contrattazione collettiva e le nuove direttive dell'Unione Europea

Cose funziona la contrattazione collettiva in Italia e come cambia in seguito alle nuove direttive dell’Unione Europea sul salario minimo per i lavoratori

Welfare aziendale, perché diventa sempre più importante

Come funziona il Welfare aziendale e quali figure si occupano di questo all’interno di un’azienda? Scopri i benefici per l’azienda e per i dipendenti.
Richiedi Informazioni

    Iscriviti alla newsletter