Home » Blog » Master e Corsi » Come scegliere il master giusto? 5 consigli per non sbagliare

Come scegliere il master giusto

Come scegliere il master giusto? 5 consigli per non sbagliare

Come scegliere il master giustoScegliere un master per completare o consolidare un bagaglio di competenze professionali è un investimento. S’investono soldi, ma s’investe anche tempo ed energie. Chi ha maturato la scelta di frequentare un master, sia esso post-laurea o executive, sa bene che con un percorso d’alta formazione si pongono le basi per un futuro professionale migliore.

Ma, affinché si realizzi il sogno di un’occupazione in linea con le aspettative, gratificante e ben remunerata, la scelta del master deve ricadere sulle migliori offerte formative.

Per aiutarvi in quello che potrebbe apparire un arduo compito, vi proponiamo alcuni semplici consigli d’orientamento che vi forniranno gli strumenti giusti per arrivare alla vostra decisione finale.

  1. Selezione e orientamento: un master in linea – E quando parliamo di essere “in linea”, siamo ben lungi dall’intendere “on line”. Ma, piuttosto, un percorso formativo coerente con il vostro percorso formativo precedente, con le vostre eventuali esperienze professionali e con le vostre aspettative di carriera. In questo l’on-line può fare la sua parte: cercate le vostre risposte sui siti internet delle scuole di alta formazione, leggete con attenzione le descrizioni dei singoli master, i requisiti per accedervi, gli sbocchi professionali e, se avete ancora qualche dubbio, contattate la scuola, telefonate, sfruttate gli open days per conoscere più a fondo la realtà. I migliori master propongono, inoltre, una selezione d’ingresso e sessioni di orientamento, affinché le classi possano contare su un adeguato livello di partenza.
  2. Docenti: insegnanti con i piedi per terra – Se vi trovate davanti a un’organizzazione seria, avrete modo di valutare il suo corpo docenti e i curricula di ciascun insegnante. Teorici o professionisti? Meglio se un buon bilanciamento tra le due cose. I teorici possono darvi gli strumenti per comprendere le cose ad ampio spettro, chi ha le “mani in pasta” in ciò che insegna v’illuminerà su cosa vi troverete davanti nella quotidianità.
  3. Accreditamenti: una serietà riconosciuta a livello internazionale – Che la vostra intenzione sia quella di rimanere in Italia o che stiate pensando a una carriera in ambito internazionale, è importante che il vostro titolo di studi abbia un valore ampiamente riconosciuto. Per questo, i master GEMA Business School sono accreditati Asfor o sono riconosciuti dal Project Management Institute.
  4. Stage e Project Work: dalla teoria alla pratica – Il master è il momento in cui la teoria viene in contatto con la realtà dei fatti. Lo stage non può essere un’opzione eventuale, ma dev’essere parte integrante del percorso. In aggiunta a ciò, i master GEMA Busienss School prevedono la realizzazione di Project Work a diretto contatto con i professionisti di aziende di rilevanza nazionale e internazionale, per mettere alla prova quanto appreso in casi pratici e reali.
  5. Placement: che lo sbocco professionale non sia una vaga promessa – Ovviamente, ogni scuola che offre master o altro percorso d’alta formazione fa leva sullo sbocco professionale. Ma, quante di queste scuole possono vantare una statistica reale? Secondo un’indagine effettuata sul 2014, la totalità degli studenti dei master accreditati Asfor trovano occupazione entro due anni dal termine del corso. Per coloro che già lavoravano, il master ha rappresentato un’opportunità di rilancio della carriera: il 59% degli intervistati ha dichiarato un aumento di retribuzione a due anni dal master.

Avete qualche domanda da farci o qualche dubbio da chiarire su come scegliere il giusto master? Non esitate a contattare i nostri esperti.




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.