Home » Blog » GEMA News » 30 e Lode! … Per la 30^ edizione del Master in Amministrazione e Gestione Risorse Umane GEMA.

30 e Lode! … Per la 30^ edizione del Master in Amministrazione e Gestione Risorse Umane GEMA.

box_Risorse_UmaneIl Master in Amministrazione e Gestione delle Risorse Umane di GEMA taglia il traguardo della 30ª edizione, un percorso cominciato quindici anni fa che ha formato nel tempo oltre 1000 studenti.

“Quindici anni intensi e pieni di soddisfazioni – sottolinea Daniele Bianchi, presidente di GEMA – 15 anni non 30, in quanto organizziamo due edizioni del master ogni anno con circa 30/40 allievi per ciascuna edizione. Al momento non mi risulta ci siano altre Business School in Italia che organizzano un master post Laurea con i nostri stessi numeri: due edizioni ogni anno, 1200 ore di impegno totale per ciascuna edizione, tra aula, Project work, stage e servizio di counseling, con oltre 200 aziende coinvolte ogni anno per il servizio di placement.

”La soddisfazione maggiore tuttavia arriva dai tanti ex allievi che ora ricoprono ruoli di responsabilità all’interno di grandi aziende, arrivando anche a gestire alcune divisioni Risorse Umane con le quali GEMA collabora quotidianamente. Una formula collaudata ma comunque in continua evoluzione: “Nel tempo il nostro master si è evoluto verso livelli qualitativi di Eccellenza – prosegue Bianchi – diventando uno dei due master in Italia ad aver ottenuto l’accreditamento da parte dell’ASFOR. Abbiamo reso più impegnativo il processo di selezione – ponendo maggiore attenzione agli aspetti attitudinali e alla conoscenza delle lingue – e sperimenteremo un nuovo e più efficace sistema di valutazione delle competenze in ingresso con quelle in uscita”.

L’obiettivo principale è sempre uno, adattare la didattica alle nuove richieste di mercato, fornendo di volta in volta agli studenti tutti gli strumenti necessari per affrontare il mondo aziendale in veste di protagonisti.

A concludere la trentesima edizione del Master Specialistico in Amministrazione e Gestione delle Risorse Umane di GEMA, sei Project Work realizzati dagli studenti per aziende di primo piano nel panorama nazionale e internazionale. Da Hilton Worldwide a Mercedes-Benz, da Johnson & Johnson a LeasePlan e Gruppo Paoletti. In veste di mentor dei diversi gruppi di lavoro, due docenti della GEMA Business School: la dott.ssa Luisa Macciocca e la dott.ssa Paola Ferretti, professioniste con un background di alto profilo nel settore Risorse Umane di grandi aziende.

“In questa trentesima edizione del Master – racconta la dott.ssa Luisa Macciocca – ho seguito quattro progetti, molto diversi tra loro per contenuti e per tipologia di aziende che li hanno commissionati: oltre al progetto per Hilton Worldwide, un gruppo ha realizzato un progetto di un sistema di Valutazione della Performance per il Gruppo Paoletti, un altro ha proposto il sistema multilivello di Valutazione della Formazione richiesto da Mercedes Benz e un altro ancora ha realizzato il Processo di Induction per i neoassunti di LeasePlan.”

Un lavoro meticoloso che ha raccolto i complimenti delle aziende committenti, sottolineando il valore del lavoro in team: “Ciò che ha accomunato i quattro team è stata la serietà e la passione con cui si sono misurati con i progetti loro assegnati e il riscontro che hanno ricevuto nel momento della presentazione del loro lavoro alle aziende – conferma Luisa Macciocca – l’apprezzamento ricevuto li ha gratificati molto e sicuramente ha contribuito a rafforzare il concetto che lavorare con impegno, prepararsi e confrontarsi nel team, dove venivano proposte tante idee diverse, rappresentano gli ulteriori ingredienti per ottenere un risultato di successo”

Nel project work realizzato per Mercedes e più in generale per il gruppo Daimler, l’obiettivo era quello di ideare un sistema di valutazione per la formazione aziendale, identificandone I benefici e paragonandoli ai costi sostenuti. Oltre a questo, la richiesta del cliente prevedeva la promozione e lo sviluppo di un nuovo piano formativo. Il progetto è stato realizzato da Benedetta Lanna, Livia Chiostri, Tiziana Minervino, Ludovica Evangelista, Grazia Gadaleta e Sergio D’Addato. La Daimler, con un fatturato di oltre 105 miliardi di euro nel 2011, conta più di 260mila dipendendenti nelle diverse sedi.

Due i team che hanno lavorato per altrettante commissioni di Johnson & Johnson, multinazionale americana, che spazia dalla produzione di farmaci alle apparecchiature mediche, fino ai più noti prodotti per la cura personale. Il primo gruppo, composto da Federica Ciancio, Maria José Coppola, Riccardo Di Bella, Maria Veronica Murrone, Tiziana Nunno, Simona Rodriquez e Cristiana Sciò, si è occupato di Employer Branding, con una dettagliata analisi dei competitor di J&J e la pianificazione di strategie innovative. Il secondo gruppo – Lavinia Bagnasco, Alessandra Coiro, Anna Maria Finizio, Serena Di Sipio, Giulio Piccinini, Giulia Serafini e Pierpaolo Caianiello – si è invece concentrato sul processo di Talent Acquisition, elaborando e proponendo strumenti mirati alla selezione di nuove risorse.

L’obiettivo del Project Work realizzato per LeasePlan era quello di definire le modalità per facilitare l’orientamento iniziale e l’efficace inserimento delle nuove risorse nel contesto aziendale. Una pianificazione accurata del Processo di Induction realizzata da Antonio Muggianu, Martina Colombo, Federica Gagliardi, Porzia De Robertis, Adriano Ciliberto, Maria Grazia Palma e Angela Pasanini: come ulteriore strumento di valutazione sulla strategia seguita, sono stati progettati dei questionari da somministrari alle nuove risorse e ai responsabili. LeasePlan, azienda leader nel fleet management nata in Olanda nel 1963 e presente in 32 paesi, dispone di oltre 6.500 dipendenti.

La richiesta del Gruppo Paoletti, i cui ambiti spaziano dall’ecologia all’agroalimentare, fino alle energie alternative, era quella di realizzare un sistema di valutazione delle prestazioni; uno strumento di rilevazione semplice mirato a valutare comportamenti in linea con i principi e i valori aziendiali, andando così a migliorare i percorsi di formazione e sviluppo. La realizzazione del project work è stata affidata a Stefano Daniele, Irene De Luca, Andrea Caggianelli, Emanuela Grassi, Maria Grazia De Nigris, Giulia Polselli e Paola Squicciarini: gli studenti sono stati chiamati ad analizzare nel dettaglio la situazione aziendale, progettando una scheda di valutazione facente parte di una strategia più ampia con obiettivi diversificati.

A partecipare al contest organizzato dal colosso dell’ospitalità alberghiera Raffaella Passucci, Camilla Berardinelli, Valentina Salani, Roberta Fanigliulo e Virginia Fildi. Il project work intitolato ‘Hilton, a magnet for future managers’ è stato premiato come miglior lavoro durante il Signature Day tenutosi all’hotel Hilton Metropole di Firenze. Il team si è confrontato con l’analisi di una azienda leader mondiale nel, affrontando il tema dell’Employer Branding nell’era del digitale e dei social media, elaborando e proponendo nuove strategie. La compagnia, fondata nel 1919, è presente in 80 paesi nel mondo con circa 3.000 strutture.




LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published.*


Questo sito Web richiede l'utilizzo di cookies per funzionare correttamente, non vengono memorizzate informazioni personali.